“Strumenti economici e giuridici a tutela del genitore collocatario e della famiglia debole”. Tavola rotonda mercoledì 30 ottobre 2019, San Giovanni a Teduccio

Napoli, San Giovanni a Teduccio. Mercoledì 30 ottobre, alle h. 12.00, presso la Sala Consiliare “R. D’Angelo” sita in Via Atripaldi n° 64 (San Giovanni Teduccio), si svolgerà la Tavola rotonda “Strumenti economici e giuridici a tutela del genitore collocatario e della famiglia debole” promossa dall’Associazione di volontariato Tecla in collaborazione con il Centro tutele Famiglie e imprese Sovraindebitate e NOMOΣ Movimento Forense.

NOMOΣ Movimento Forense, vicina ai cittadini e alle famiglie, è lieta di partecipare al dibattito, nato dall’esigenza di fornire gli strumenti e le risoluzioni ai problemi, analizzando anche le possibili forme di tutela, che vive il genitore “collocatario” posto in una condizione di “debolezza” economica.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in ACTIONES, HOME

Fare rete a favore della cittadinanza e del territorio: NOMOΣ Movimento Forense è con “Marinella e gli Aquiloni” per rifondare un nuovo “senso comune”

Napoli. Venerdì 13 settembre presso la Sala Tommaso Campanella del Complesso Monumentale di Santa Chiara di Napoli, in Piazza del Gesù 11, a partire dalle 15,00, parteciperemo alla Tavola rotonda “Marinella e gli Aquiloni“, un momento di confronto fra tutti i soggetti (Enti ed Associazioni) che opereranno in sinergia nel progetto “Marinella e gli Aquiloni”, nato per contrastare il degrado, sia morale che materiale, che caratterizza i quartieri Mercato e Pendino.

L’obiettivo che la rete si propone è quello di creare reali ed efficaci interconnessioni per sviluppare azioni positive a favore dei cittadini integrando i cittadini stessi, anche avvalendosi di quelle persone in “area penale” che, impegnandosi in attività volte alla riqualificazione del territorio, riscatterebbero se stessi riparando ai torti del proprio precedente operato: un “luogo di comunità” dove il cittadino è orientato nella risoluzione delle proprie istanze e dove possa incontrarsi e confrontarsi realmente.

Noi, avvocati di NOMOΣ Movimento Forense, impegnanti sul territorio per la tutela delle fasce ad alta emarginazione sociale, partecipiamo al progetto con gioia e vivo entusiasmo!

Lascia un commento

Archiviato in ACTIONES

“La follia tra cultura ed emergenza sociale” Giovedì 4 luglio, alle ore 17:30

Giovedì 4 luglio alle ore 17.30 nella sede della Fondazione Premio Napoli, al primo piano di Palazzo Reale, in piazza del Plebiscito, si svolgerà l’evento “La follia tra cultura ed emergenza sociale”. L’incontro nasce da un’idea delle associazioni Rinascimento Forense e Nomo∑ Movimento Forense, in collaborazione con la Fondazione Premio Napoli, per dar voce al fenomeno della “follia”, partendo dalla sua connotazione culturale e artistica e per finire all’emergenza sociale seguita dalla chiusura degli ospedali psichiatrici giudiziari e dall’istituzione delle residenze per l’esecuzione delle misure di sicurezza.

“Bisogna superare la logica manicomiale di cui è intrisa la società, quella logica che tende a rinchiudere il diverso, il cattivo, il matto, con tutte le figure di disturbo sociale” (Franco Corleone nella postfazione di “Matricola zero zero uno”.)


L’incontro vuole fornire un contributo, partendo dal libro “Matricola zero zero uno” (Giapeto Edizioni) di Nicola Graziano, magistrato del Tribunale di Napoli, alla cultura del rispetto dei diritti e della dignità dei delinquenti con disturbi mentali, cercando di abbattere il muro dell’indifferenza e dello stigma sociale. Il dibattito tra avvocati magistrati ed esperti della materia offrirà riflessioni e soluzioni auspicabili al fine di contenere i vari aspetti di ciò che viene sentito ancora come un problema, ma che il grado di civiltà di un paese democratico dovrebbe invece maggiormente tutelare.

L’evento, con i saluti di Domenico Ciruzzi, presidente della Fondazione Premio Napoli, e di Antonio Tafuri, presidente dell’Ordine degli Avvocati di Napoli, e moderato da Argia Di Donato, presidente di Nomo∑ Movimento Forense, vedrà nell’autore Nicola Graziano e nello scultore Mario Iaione i suoi interpreti più autentici: protagoniste del simposio, le storie dei reclusi dell’Ospedale Psichiatrico Giudiziario di Aversa, raccontate da Graziano nel suo libro, e le visioni di Iaione che, tra ricerca identitaria e inconsapevole coscienza, prendono corpo  nelle sue ultime sculture, esposte per l’occasione nella sede della Fondazione.

Ad accompagnare gli ospiti in questo viaggio verso le varie forme di alienazione umana saranno Francesco Caia, componente CNF – Coordinamento Commissione Diritti Umani, Raffaele Felaco, presidente di Psicologi Responsabilità Sociale, Antonio Mattone, responsabile della Comunità di Sant’Egidio, Annamaria Ziccardi, presidente Il Carcere Possibile Onlus, Elena Cimmino, vicepresidente Il Carcere Possibile Onlus, Attilio Belloni, già presidente della Camera Penale di Napoli, e Nicola Baldieri, fotoreporter e coautore di Matricola 001.

Narrativa e arte, diluite tra suoni e immagini suggestive, impreziosite dalle letture a cura di Camilla Aiello, presidente di Rinascimento Forense, e dagli interventi musicali di Mariella La RosaCaterina Molfino e Enzo Minuto.

L’evento è patrocinato dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoli: per i partecipanti avvocati saranno attribuiti crediti formativi.

Lascia un commento

Archiviato in ACTIONES, HOME

Di Donato c/ Cassa Forense: il rigetto del ricorso in primo grado non ci fermerà

L’avv. Argia di Donato

Il Tribunale di Napoli, in funzione di G.L., con la sentenza 7241 dell’8/11/2018 ha rigettato il ricorso dell’Avv. Di Donato con il quale si contestava la nullità della cartella di pagamento inviatale da Cassa Forense nonché la nullità della notifica stessa, ritenendo altresì insussistenti gli eccepiti vizi di legittimità costituzionale dell’articolo 21, commi 8 e 9, della Legge n. 247 del 2012 (e del relativo Regolamento di attuazione) con il quale è stata disposta la cancellazione dall’Albo degli Avvocati che non raggiungano determinati livelli reddituali.
La sentenza, ça va san dire, è stata già impugnata innanzi alla Corte di Appello atteso che il giudice non solo si è illegittimamente sostituito alle parti resistenti (Cassa Forense ed Equitalia Servizi di riscossione SpA) nel contestare le pretese di parte ricorrente ma ha omesso di valutare le questioni di legittimità costituzionale sollevate, asserendo di aderire – del tutto acriticamente – alla sentenza del Tribunale di Roma n. 11383/2017.

«La sentenza risponde ad esigenze di natura politica, Cassa Forense è un colosso: sapevamo che avremo avuto difficoltà a vincere la prima battaglia. In cuor mio confidavo nel Giudice, speravo che la questione fosse sottoposta al vaglio della Corte Costituzionale – afferma l’avv. Argia di Donato – La “questione della Previdenza” è solo uno degli aspetti controversi del nostro “mondo” in grande trasformazione. I problemi dell’Avvocatura sono molti e non tutti risolvibili nel breve periodo. Ma noi crediamo al principio che abbiamo portato in aula, perché è giusto, perciò sacrosanto. Ho chiesto ai colleghi di tutta Italia di aderire alla nostra battaglia ma siamo ancora pochissimi. Una goccia nell’oceano. Ad ogni modo, noi combattiamo e continueremo a farlo.» 

L’Avv. Alfonso Emiliano Buoniuto


«Pare opportuno svolgere alcune considerazioni sulla vicenda in questione – afferma l’avv. Alfonso Emiliano Buonaiuto, procuratore della Di Donato – Che alcun ausilio alla nostra battaglia sarebbe venuto da parte degli organi rappresentativi dell’Avvocatura Italiana lo avevamo dato per scontato: ormai il C.N.F. ed i locali Consigli dell’Ordine perseguono interessi del tutto avulsi da quelli degli avvocati che pur dovrebbero rappresentare. C’è solo da auspicare l’abolizione di questi organismi la cui utilità, ormai, risulta prossima allo zero. Maggiori speranze riponevamo nella Magistratura, credendo fideisticamente nell’esistenza di un “giudice a Berlino”. Ma ci siamo sbagliati. Ed invero gli organi istituzionali e rappresentativi della magistratura, C.S.M. e A.N.M. – come i recenti fatti di cronaca hanno confermato – benché da anni si siano (auto) proclamati difensori della Costituzione, usano la stessa come strumento di lotta nei confronti dei loro nemici politici, violandola impunemente ove necessario ai loro scopi di parte.
«Emblematica di ciò la pantomima – ad usare un eufemismo – posta in essere alcuni anni fa dai rappresentanti della Magistratura nel corso dell’inaugurazione dell’anno giudiziario, presentatisi nei vari Tribunali brandendo il testo della Costituzione a mò di clava
– prosegue l’avv. Buonaiuto – Qualcuno, magari, dovrebbe suggerire loro di leggerla, la Costituzione… Perché se la leggessero, si renderebbero conto che subordinare l’esercizio della professione di Avvocato al possesso di requisiti economici slegati dal reddito è un vulnus al diritto alla difesa dei cittadini garantito dall’art. 24 Cost.
Dinnanzi a tale stucchevole inerzia e cecità, appare davvero paradossale la solerzia con cui la Magistratura solleva questioni di legittimità costituzionale su questioni bagatellari (es, articoli del c.d.s.) ovvero dalle forti implicazioni politiche (es, decreto “sicurezza”).
A tal proposito, dato che “a pensar male si fa peccato, ma si indovina”, ci chiediamo: se la Legge n. 247/2012 fosse stata promulgata da un Governo politicamente non allineato alla Magistratura, questa sarebbe rimasta così silente dinnanzi alla evidente violazione del diritto di difesa garantito dalla Costituzione?
» 

La gravissima crisi economica che attanaglia la categoria degli avvocati, in specie quelli più giovani e senza santi in paradiso, è dovuta anche e soprattutto alla condotta dei magistrati che, per un verso liquidano sovente somme irrisorie in palese violazione dei Regolamenti Ministeriali in materia di compensi, per altro verso fanno durare i giudizi, anche i più semplici, lustri se non decenni. Ma forse alla Magistratura italiana piace vincere facile, senza avvocati degni di questo nome tra i piedi.

Napoli, 10 giugno 2019

Rassegna stampa

Il Tabloid

Napoli Report

Lascia un commento

Archiviato in ACTIONES, Uncategorized

“Un anno insieme” la manifestazione conclusiva all’I.C. 6° Fava Gioia delle attività scolastiche e dei laboratori per i progetti di legalità

Martedì 4 giugno 2019, presso l‘Istituto Comprensivo 6° Fava Gioia (Napoli), si è svolta “Un anno insieme”, manifestazione conclusiva ed illustrativa delle attività degli studenti delle classi IE e VE del Plesso Flavio Gioia (Napoli) durante l’anno scolastico 2018/2019 e, in particolare, dei laboratori realizzati dagli stessi in occasione dei progetti di legalità con NOMOΣ Movimento Forense.

La Maestra Elena Varriale, poeta e referente didattica per NOMOΣ Movimento Forense 

Nel corso dell’incontro, al quale hanno partecipato i genitori degli alunni nonchè Annalena Cimmino – poeta e giurata del Premio “La Voce dei Poeti” 2019Giovanni D’Amiano – poetaArgia di Donato – Presidente dell’Associazione NOMOΣ Movimento Forense e Giovanna FarinaPresidente della Consulta delle Associazioni ed Organizzazioni di Volontariato della Municipalità 2 – Napoli, i ragazzi di V E, per il progetto di Legalità “Costituzione e Ambiente”, hanno realizzato una rappresentazione teatrale: la nascita dell’Articolo 1 della Costituzione Repubblicana all’interno dell’Assemblea Costituente.

Dalla declamazione di splendide poesie alla proiezione delle illustrazioni realizzati dagli allievi di V E per #NoiAlbero (l’Osservatorio per la tutela dell’Ambiente e del Territorio, per potenziare l’informazione alla cittadinanza sul tema e attivare iniziative concrete di sensibilizzazione con tavole rotonde e progetti formativi all’interno delle scuole) e degli allievi della I E per il progetto “Una vita senza plastica”: la manifestazione è stata un momento di gioia e di soddisfazione per i bambini e di orgoglio per genitori e maestri.

guarda il video su facebook

In conclusione e tra la commozione generale, la premiazione per il lavoro svolto durante i laboratori con NOMOΣ Movimento Forense  (classi I E e V E). Un premio speciale agli studenti della classe V E per aver partecipato al Premio “La Voce dei poeti“, IV edizione, organizzato dall’Associazione Verbumlandiart. 

La Maestra poeta Elena Varriale premia Vincenzo Tolomelli
L’Avv. Argia di Donato premia Simone Sigillo
La maestra Anna Perna premia Sarah Di Vicino

Il Poeta Giovanni D’Amiano premia Deneth Costa
La maestra Lauri Maria Giuseppina premia Vincenzo Rapuano
La poeta Annalena Cimmino premia Thomas La Sala
La maestra Anna Perna premia Roberta Tozzi
L’Arch. Giovanna Farina premia Fabiana Salzano

I nostri ringraziamenti vanno a questi straordinari bambini per l’impegno mostrato e alle insegnanti per la passione profusa. Un ringraziamento speciale va ad Elena Varriale, nostra referente per l’area didattica e grande motore di tutto.

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

UN ANNO INSIEME – I.C. 6° Fava – Gioia, Plesso Flavio Gioia, 4 giugno 2019

Napoli. Martedì 4 giugno presso l‘Istituto Comprensivo 6° Fava Gioia (Napoli) a partire dalle ore 10,00 nell’ambito della manifestazione organizzata dalla scuola “Un anno insieme”, si premieranno gli studenti delle classi IE e VE del Plesso Flavio Gioia per aver partecipato ai progetti di Legalità “Costituzione e Ambiente” e “Una vita senza plastica” realizzati con l’Associazione NOMOΣ Movimento Forense.

Saranno premiati, altresì, gli studenti della classe V E per aver partecipato al Premio “La Voce dei poeti“, IV edizione, organizzato dall’Associazione Verbumlandiart.

Premieranno i piccoli allievi: Annalena Cimmino – poeta e giurata del Premio “La Voce dei Poeti” 2019, Giovanni D’Amianopoeta, Argia di DonatoPresidente dell’Associazione NOMOΣ Movimento Forense e Giovanna Farina, Presidente della Consulta delle Associazioni ed Organizzazioni di Volontariato della Municipalità 2 – Napoli.

Lascia un commento

Archiviato in ACTIONES

Reading Forcella: un patto per incentivare la lettura nel centro storico di Napoli.

Venerdì 31 maggio, alle ore 10,30, presso presso lo Spazio Comunale Piazza Forcella in Via Vicaria Vecchia, 23 (NA), con Associazioni, Scuole ed Istituzioni sottoscriveremo un Patto locale per la lettura denominato “READING FORCELLA”, finalizzato a definire ed attuare un percorso di azione comune per la divulgazione del libro e la promozione della lettura nel centro storico di Napoli, a cominciare da Forcella ed aree limitrofe.

#nomosmovimentoforense #avvocatialfiancodeicittadini

Lascia un commento

Archiviato in ACTIONES

“E al Suo fianco le donne di Gerusalemme” lettura drammatica della Passione

NomoΣ Movimento Forense è lieta di partecipare all’evento “E al Suo fianco le donne di Gerusalemme” lettura drammatica della Passione che si svolgerà venerdì 12 aprile alle ore 15,30, presso il Teatro della Casa Circondariale di Pozzuoli (Pozzuoli, Na), organizzato da “Officina scuola Teatro dentro”. Interverrà l’avv. Alfonso Emiliano Buonaiuto, Consigliere NomoΣ Movimento Forense.

Lascia un commento

Archiviato in ACTIONES, HOME, NOMOS, Uncategorized

Seminario “Terra Abbruciat” – Venerdì 5 aprile 2019, ore 9:00 – 13:00 – Sala Valeriano, Piazza del Gesù Nuovo, 2 (Napoli)


NomoΣ Movimento Forense è lieta di partecipare al seminario di studio che si svolgerà venerdì 5 aprile alle ore 9.00, presso la Sala Valeriano – Piazza del Gesù Nuovo (Napoli), si svolgerà l’evento “Terra Abbruciat”, incontro dedicato al fenomeno noto come “Terra dei fuochi” una vasta area tra le province di Napoli e Caserta (e con il tempo estendendosi anche nella provincia di Salerno e interessando, pertanto, l’intera regione Campania), nella quale la criminalità organizzata – da anni – gestisce e smaltisce illegalmente rifiuti, anche quelli speciali provenienti da tutta Italia.

Ad aprire i lavori del convegno e ad illustrare le criticità connesse al fenomeno, il dott. Sergio Costa, Ministro dell’Ambiente, il dott. Antonio De Jesu, Questore di Napoli, il dott. Ubaldo Del Monaco, Comandante Provinciale dell’Arma dei Carabinieri e l’avv. Antonio Tafuri, Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Napoli.

Il Convegno, ideato ed organizzato dall’avv. Ferdinando Ceraso del Foro di Napoli e dalla dott.ssa Virginia Ciaravolo, Psicocriminologa, con la collaborazione del dott. in Legge ed esperto d’arte Ferdinando Sorrentino, e con l’introduzione del Dott. Giovanni Conzo, Procuratore aggiunto della Repubblica di Benevento, da anni in prima linea nella la lotta alla criminalità, prevede gli interventi del dott. Gerlando Iorio, Viceprefetto di Caserta, del dott. Prof Antonio Marfella, Dirigente medico responsabile SSD, del dott. Antonio Del Monaco,  psicologo Osservatorio Ecomafie, dell’avv. Argia di Donato, presidente di NomoΣ Movimento Forense, dell’avv. penalista Riccardo Marco Pinto, Vicepresidente dell’Associazione MIA e del parroco di Caivano Padre Maurizio Patriciello.

L’incontro si concluderà con la partecipazione di illustri artisti campani, Domenico Sepe, Mario Borrelli, Gianluigi Infante. Presenti anche gli attori Sergio Assisi e  Patrizio Rispo, e Diego Olivares, regista del Film “Veleno”.

Il maestro d’arte Domenico Sepe donerà una propria opera al Ministro dell’Ambiente dott. Sergio Costa.

Scarica la locandina

Lascia un commento

Archiviato in ACTIONES, NOMOS, Uncategorized

“Felice di Essere…” (I^ edizione) -Mercoledì 27 marzo 2019, ore 10:00 – 13:00 Sala della Pace e della Solidarietà – Municipalità 2 – Piazza Dante, 93 – Napoli

Napoli. Nell’ambito della rassegna ideata e promossa dal Comune di Napoli Marzo Donna 2019 – Se tutte le donne del mondo…”, la Consulta delle Associazioni e delle Organizzazioni di Volontariato della Municipalità 2 di Napoli presenta la prima edizione di “Felice di essere…”, incontro aperto al pubblico per omaggiare la donna ed esaltare il ruolo della stessa all’interno della società.

L’evento, patrocinato dalla Municipalità 2 del Comune di Napoli, si svolgerà mercoledì 27 marzo dalle ore 10:00 alle ore 13:00, presso la Sala della Pace e della Solidarietà della Municipalità 2 (Piazza Dante, 93 Napoli) e vedrà – in uno all’adesione delle scuole I.C. VI°circolo Fava-Gioia e I.I.S.G. Marconi di Giugliano in Campania – l’intervento delle associazioni presenti sul territorio e la partecipazione della cittadinanza al dibattito/confronto, attraverso le arti e il “dialogo”.

locandina invito 27 marzo 2019 Consulta Associazioni

Programma:

Porteranno i saluti, Francesco Chirico, Presidente della Municipalità 2 di Napoli, Giovanna Farina, Presidente della Consulta delle Associazioni e delle Organizzazioni di Volontariato, Municipalità 2, Assunta Bottone, Dirigente scolastico del I.C. VI°circolo Fava – Gioia, Giovanna Mugione, Dirigente Scolastico I.I.S. G. Marconi di Giugliano in Campania e Assunta Cimminiello, assessore alla Scuola e Welfare Municipalità 2.

La manifestazione si aprirà con la video proiezione del brano musicale “Mi sento bene”, a seguire l’Associazione Psicologi in Contatto Onlus, con il Dott. Salvatore Rotondi, Presidente e la dott.ssa Alice Carella, psicologa psicoterapeuta psicodrammaticista, proporrà “Le forme archetipali del Femminile”, drammatizzazione di eventi recitati e narrati sulla capacità creativa e generatrice femminile in generale e della donna in particolare.

Gli alunni della III F dell’I.I.S. “G. Marconi” di Giugliano in Campania si confronteranno con “Felici di essere… protagonisti del nostro tempo”, reading poetico ispirato al personaggio di Frida Kahlo con la presentazione di alcune creazioni di moda realizzate durante il percorso formativo in un dialogo confronto con l’Associazione Napoli è e con la dott.ssa Bianca Desideri, la dott.ssa Assunta Landri, l’avv. Antonella Verde, la prof.ssa Paola Boggi ed il prof. Francesco Marsicano.

Il dibattito proseguirà con la video proiezione de “L’Arte dei laureati”, storytelling con Sara Montenera e Fabiana D’Iglio de l’Arte dei Laureati – laboratorio artigianale di ceramiche e con l’Associazione Donne Architetto – Napoli che esporrà “In salute e in Sicurezza”, riflessioni pratiche sostenibili con l’arch. Emma Buondonno presidente, l’arch. Giovanna Farina e l’arch. Rossella Russo.

Il terzo momento della manifestazione vedrà l’intervento dell’Associazione NomoƩ Movimento Forense con “Le voci delle donne”, reading poetico/letterario e body painting partecipativo/simbolico a cura dell’avv. Argia di Donato, Presidente, “Donne a colori” performance poetica a cura degli studenti della VE dell’I.C. VI°circolo Fava – Gioia con la prof.ssa Elena Varriale, poeta (referente Area didattica) e “La felicità delle donne: una vittoria di squadra” con l’avv. Emanuela Monaco, Segretario.

Chiuderà l’incontro, la performance a cura della sinergia tra l’Associazione Ritual Project Procida e l’Associazione Centro Antiviolenza Teresa Buonocore OnlusBalliamo sul mondo”, danza  tradizionale del sud del mondo con l’avv. Claudia Esposito, Presidente.

Sono previsti gli interventi della dott.ssa Sabrina Acampora psicologa, della dott.ssa Maria Alifuococonsigliera Commissione Scuola Municipalità 2,  di Chiara Carlomagnoeducatrice, Lino Cavallaroartista presidente emerito dell’Associazione Rinascita Artistica Partenopea,  della dott.ssa Clara Capraro – Coordinatrice GPA Municipalità 2, di Francesco Grandullo – Presidente Commissione Scuola e Pari Opportunità Municipalità 2, della prof.ssa Cristina Morone, della dott.ssa Assunta Landripsicologa, del Prof. Antonello Picciano, del Dott. Federico Ponepsicologo, gli Amici del Cenacolo Poetico Napoli è, del prof. Livio Severino e del prof. Carlo Valledocente I.I.S. “G. Marconi” di Giugliano in Campania. Comitato organizzatore dell’evento: Giovanna Farina, Pina Molinari (segreteria Municipalità 2).

Scarica la Locandina

Lascia un commento

Archiviato in ACTIONES, HOME, NOMOS, Uncategorized